Indagine visiva e tattile delle aree riflesse, significato delle alterazioni a tale indagine, analisi delle aree di carenza o sovraccarico energetico

L’osservazione del piede viene effettuata in base a vari tipi di ispezione legati all’indagine visiva, forma e postura del piede, colore delle varie zone, presenza di gonfiori, calli, duroni o cheratosi, rughe, nei, …; all’ indagine olfattiva proveniente dalla medicina cinese; all’ indagine tattile ini-ziale per verificare la flessibilità di articolazioni e tendini, la presenza di alterazioni della pelle e all’indagine durante il massaggio in cui, oltre a ciò che l’operatore riscontra, sono tenuti in grande considerazione le percezioni e la sensibilità del cliente (dolore, fastidio, emozioni, …).
In particolare, il dolore percepito dal cliente sulla zona riflessa è l’elemento che maggiormente dà indicazioni all’operatore al punto che alcune riflessologie, come l’auricoloterapia, e alcune scuole di Riflessologia plantare trattano solo i punti dolenti.